Come far imbestialire un musicista. Parte 1

Ciao a tutti, arpisti e non!

Recentemente ho fatto alcuni eventi, tra cui Busto Folk (bellissimo, come sempre) e un paio di concerti, ho suonato perfino ad un funerale, e mi sono soffermata a riflettere su alcuni comportamenti dei non-musicisti che farebbero imbestialire i più santi tra noi. Eccovi una breve lista delle cose che mai si dovrebbero mai fare:

1° Interrompere il musicista mentre suona.
Ero ad un matrimonio, anni fa, stavo intrattenendo gli ospiti al ricevimento quando un tizio mi si avvicina e inizia a chiedermi: “Ma lei ha studiato, vero? Ma sa che è proprio brava? Da quanti anni è che suona?”
Dopo inutili tentativi di annuire senza rispondere mi distrae così tanto che fermo le corde e appoggio l’arpa, lo guardo intensamente e gli rispondo con un sorriso: “Grazie, suono dal 2000 e sì, ho fatto il Conservatorio. Ora se non le dispiace torno a lavorare.” Mi son rimessa a suonare e il tizio se n’è andato mortificato.

2° Far giocare i bambini con gli strumenti senza permesso.
Non è ammissibile che un genitore consenta ai propri figli di maneggiare oggetti da migliaia di Euro se il proprietario non è presente o non è stato interpellato. Maledizione che nervoso, ogni volta a spiegare ai bambini incustoditi che non sono giocattoli e che se si rompono mamma e papà dovranno pagare dei bei soldini. Quindi, o mi chiedi se puoi o vai via.

3° Far giocare gli adulti con gli strumenti senza permesso.
Finito il concerto mi metto a parlare con delle persone e sento “dling dling” dietro di me. Mi giro ed eccolo: il genio che si china sulla mia arpa e tocca le corde. Magari incitato dalla compagna/o che vuole sentire il suono. Mi avvicino e: “La stavo guardando un po’ da vicino, posso provarla?”
“L’ha già fatto.”

4° Appoggiare oggetti sopra gli strumenti.
Non dimenticherò mai quella volta in cui, durante una pausa in un intrattenimento in un locale, un tizio ubriaco decise di usare l’arpa della mia collega come bancone del bar, appoggiando sulla mensola la mano col bicchiere di whiskey. Inutile dire che la mia collega se l’è mangiato vivo.

5° Fare battute stupide.
“Lei suona l’arpa e lui la tromba”, “Anch’io suono da anni, il citofono”, “Certo che potevi suonare il flauto, quella pesa”, “Quando sarai famoso ricordati degli amici”, “Ma è la bara quella?” (successo davvero ad un funerale).
C’è da commentare?

Se vi vengono in mente altri comportamenti fastidiosi, scrivetelo nei commenti.
A breve anche la seconda parte!

Pubblicato in Info

Un commento su “Come far imbestialire un musicista. Parte 1

  1. Visto che io suono la tromba, per il punto 5 potrei fare una strage… oppure il tipico commento quando mi capita di suonare il silenzio d’ordinanza a un funerale “eh, bravo, ma il silenzio non è quello li” perchè tutti si ricordano Nini Rosso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Chiedi e ti sarà dato