Come far imbestialire un musicista. Parte 2

Ciao, arpisti e non!

Partendo da fatti realmente accaduti ecco altre idee per rovinare la giornata ad un musicista.

1° Lasciare la suoneria del cellulare accesa e ricevere una chiamata in concerto.
Magari pure rispondere alla chiamata o mettersi a chattare con lo schermo che illumina la sala di un teatro. C’è poco da commentare, la maleducazione umana e il disinteresse raggiungono nuove vette ogni giorno.

2° Registrare un pezzo del concerto e far partire il video mentre ancora i musicisti suonano.
E per fortuna che l’ho messa sul ridere! Stavamo iniziando il bis quando parte l’audio del nostro ultimo pezzo. Ovviamente mi fermo, faccio un balletto scherzoso e aspetto che il genio di turno la smetta di far casino.
“Beh, almeno sappiamo che è venuto bene” commento in un silenzio imbarazzato.

3° “Lo fai per… lavoro?”
Sì, diamine! La musica è un lavoro, come l’idraulico o l’infermiere, è così difficile da accettare? Pubblico e spesso clienti/organizzatori che non capiscono perchè tu debba essere pagato per divertirti. Ho una domanda: paghi per andare al cinema o in discoteca? Sì? Allora paga anche me, visto che TI faccio divertire.

4° “Hai mai pensato di andare a un talent show?”
Che pazienza… tralasciando l’offesa all’arte che sono X-Factor, Amici, e vari, con la loro poca professionalità e contratti truffaldini, se anche avessi pensato di andare a Italia’s Got Talent, certo non lo avrei fatto per vincere, ma per sfruttarne la pubblicità. Essendo la giuria finta, spesso costituita da gente che non ci capisce una mazza, perchè dovrei sottostare alle loro inutili critiche?

5° Amici e parenti che aiutano a tutti i costi.
C’è una regola soltanto: chiedere. Vi prego, quando un musicista sta smontando non prendetegli le cose sotto il naso facendogli venire un colpo perchè non le trova più, non riordinate le sue parti o smontate gli strumenti perchè lo sapete fare e volete dare una mano. Per favore! Primo, potreste fare un danno o dis-ordinare le cose. Secondo, se magari si sta parlando con qualche organizzatore non è bello vedere gente che si aggira senza permesso tra le nostre cose, soprattutto se si tratta di parenti.

Probabile che ci sarà anche una terza parte, non perdetela. E non dimenticate di commentare se avete vissuto esperienze simili.

Pubblicato in Info

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Chiedi e ti sarà dato